Rosso Conero D.O.C. – Piantate Lunghe

Carrello

  • Nessun prodotto nel carrello

Rosso Conero D.O.C.

€15,99

Disponibile

Il Rosso Conero di Piantate Lunghe è un vino rosso a base di uve Montepulciano proveniente dalla vigna "degli angeli" alle pendici del Monte Conero, nelle vicinanze di Ancona. Si veste di rosso rubino intenso e solcato da leggere sfumature violacee ed esprime all'olfatto profumi di ribes, ciliegie fresche e leggeri cenni balsamici di eucalipto mentre al gusto è fresco e scorrevole, di ottima sapidità e persistenza aromatica.  ...

Annata: 2016

  • 2016
Spedizione gratuita verso l'Italia per ordini superiori a €49
Produttore Piantate Lunghe

DESCRIZIONE

Il Rosso Conero di Piantate Lunghe è un vino rosso a base di uve Montepulciano proveniente dalla vigna "degli angeli" alle pendici del Monte Conero, nelle vicinanze di Ancona. Si veste di rosso rubino intenso e solcato da leggere sfumature violacee ed esprime all'olfatto profumi di ribes, ciliegie fresche e leggeri cenni balsamici di eucalipto mentre al gusto è fresco e scorrevole, di ottima sapidità e persistenza aromatica.

 

ROSSO CONERO IN SINTESI:

  • Colore Rosso Rubino
  • Affinamento in vasche di cemento vetrificato e acciaio;
  • Temperatura ideale 16-18°C
  • Sentori di ribes, ciliegie fresche e leggeri cenni balsamici di eucalipto.
  • Vitigno Montepulciano in purezza 100% Alcol 14% VOL


ZONA DI PRODUZIONE

Vigna degli Angeli, alle pendici del Monte Conero nella zona D.O.C. del Rosso Conero

 

VARIETÀ

Montepulciano 100%

 

VIGNETO

Impianto multiclonale di 4650 piante per Ha allevato a Cordone Speronato semplice e doppio su un terreno calcareo-argilloso tipico del Monte Conero ad una altezza di circa 350 mt. S.l.m. esposto a Sud ed a circa 2000 mt. dal mare.

 

CLIMA

Inverno relativamente caldo fino a Febbraio poi qualche giornata più fredda in Marzo ma mai neanche vicine allo zero; in Aprile, a potatura terminata, si sono avute piogge e ritorni di freddo e qualche bella giornata di sole primaverile. Poi da fine Aprile molta pioggia che ha influito negativamente solo sull’ impollinazione per cui la produzione non è stata elevata. Da fine giugno in poi estate molto calda ed assolata, solo 3 giornate di pioggia fino a Settembre; per la vendemmia si è preferito aspettare qualche pioggia e freddo in modo da ritardare la maturazione e la raccolta. Dalla metà di Settembre si sono avute giornate assolate ma fredde, temperature da 13°C di notte a 24°C di giorno che hanno rallentato la maturazione ed hanno favorito la presenza di profumi ed aromi nell’ uva. Durante la vendemmia, iniziata i primi di Ottobre, ci sono state piogge che perònon hanno influito sulla qualità dell’ uva; la vendemmia è stata ottima, con produzione non troppo abbondante, circa 70 Ql ad Ha, e grado zuccherino ottimale, 20/21 babo, ed acidità buona ed elevata.

 

 

VINIFICAZIONE

Vendemmiate a mano ed in cassette, le uve,dopo una attenta selezione in vigna, sono pigiate, diraspate e macerate a freddo per 3 giorni in fermentatore in acciaio con controllo della temperatura, poi fermentate per  alcuni giorni con rimontaggi continui per estrarre dalle bucce antociani e tannini per dare al vino colore e struttura; infine il vino passa in vasche di cemento vetrificato dove avviene la fermentazione malo-lattica in Novembre e successivamente la maturazione del vino fino all’imbottigliamento. Per almeno altri 5 mesi il vino riposa in bottiglia prima di essere messo in commercio. Una parte del vino, circa il 20%, viene messo in barrique di secondo passaggio per quattro mesi per poi essere riaggiunto al resto prima dell’imbottigliamento.

 

DATI ANALITICI

Alcool % Vol 14,22

Estratto secco g/lt 30,00

Zuccheri g/lt 0,5

Estratto non Riduttore g/lt 29,50

Acidità Totale g/lt 4,52

Acidità Volatile g/lt 0,47

Anidride Solforosa Totale mg/lt 73


BOTTIGLIE PRODOTTE

16.512 da 0,75 Lt e 127 da 1,5 Lt


    Alcool % Vol 14,22

    Acidità Volatile g/lt 0,47

    Acidità Totale g/lt 4,52

    Anidride Solforosa Totale mg/lt 73

    I NOSTRI VINI

    I vini prodotti dall’Azienda sono a base di Montepulciano, un vitigno molto diffuso in Italia ma che a seconda delle zone in cui è coltivato e spesso anche nell’ ambito della stessa zona, trasmette ai vini aromi e sensazioni differenti. Nel nostro caso, la vicinanza al mare, 1.5 Km in linea d’aria, l’altezza del vigneto, 350 mt SLM ed il terreno estremamente calcareo, tipico proprio del Monte Conero, trasmettono al prodotto delle note minerali, ed aromatiche uniche che unite al nostro tipico clima mediterraneo, con estati assolate e siccitose ed inverni giustamente freddi, conferiscono al prodotto quella struttura e quella corposità che insieme alle note di frutta rossa matura tipiche del vitigno fanno dei vini del Conero e dei nostri vini un prodotto che dà piacevoli sensazioni se bevuti dopo soli due e tre anni e che se bevuti dopo anche 10/12 anni oltre a quelle trasmettono delle sensazioni di maturità, di armonia, di vellutato, come solo i grandi e più blasonati vini sanno trasmettere.

     

    Rosso Conero, una grande passione
    Dal vitigno Montepulciano di Piantate Lunghe nascono tre etichette di grande valore:

    • Rosso Conero D.O.C.
    • Conero Riserva D.O.C.G "Rossini”

    • Conero Riserva D.O.C.G “Il Palazzo”

    IL TERRITORIO

    Il territorio, tra morfologia e storia

    Il nostro riferimento geografico è il promontorio del monte Conero che si erge sul mare Adriatico e le colline sottostanti che discendono verso l’entroterra creando un paesaggio dal microclima unico: qui, infatti, le brezze marine e un terreno calcareo, povero ma di grande struttura, permettono al vitigno Montepulciano di esprimere nel Rosso Conero un insieme di sapori, colori e odori impossibili altrove

    Quello tra i vitigni e la zona del Conero è un rapporto che del resto si perde nel tempo. L’area sotto il monte fu a suo tempo colonizzata dai Dori, che vi fondarono Ancona. E proprio i coloni greci, dieci secoli prima di Cristo, hanno lasciato tracce sicure di viticoltura e di vinificazione nell’area. Altrettanto si può dire per gli Etruschi ai quali vanno attribuite le prime nozioni tecniche di coltivazione della vite e di elaborazione enologica, che si diffusero anche nel territorio marchigiano dov’erano installati i Piceni. Lo stesso Plinio descrisse un centinaio di varietà di viti coltivate nell’area picena al suo tempo e parlò, fra gli altri, “del vino Pretoriano prodotto nella zona di Ancona”. E, ancora, Apicio Marco Gavio, personaggio romano di arte culinaria, ricorda un vino anconetanum, rosso e piuttosto corposo.

    La zona ancora oggi è una meta obbligata per chi ama il vino e un turismo denso di valori e di amore per il territorio: località ricche di fascino come Portonovo, Sirolo e Numana si alternano a una macchia mediterranea di ginestre, corbezzoli e ligustri. Immerso in questo splendido scenario, il visitatore può percorrere la Strada del vino Rosso Conero, alla scoperta delle piccole vigne che, aggrappate a impervi costoni o adagiate su morbide colline, fanno di ogni Conero che qui si produce un vero e proprio cru da apprezzare e assaggiare nelle accoglienti cantine del luogo. Un anello stradale parte da Ancona e vi ritorna dopo aver toccato lo splendido ambiente naturale del Parco del Conero, le colline dell’entroterra verso Loreto e Recanati per raggiungere poi Castelfidardo e Osimo. Impossibile non amare il territorio in cui cresce e matura il vino di Piantate Lunghe.

    Un luogo ideale per le uve Montepulciano

    L’insieme delle caratteristiche varietali e le condizioni pedoclimatiche consentono a quest’area vitata, protetta dai venti freddi provenienti da nord e dallo stesso Conero, di produrre uve sane, mature e di alto contenuto zuccherino. Il vitigno italico a bacca nera presenta infatti una sua identità e predilige ambienti caldo asciutti ed esposizioni soleggiate per garantire una buona e regolare maturazione dell’uva. Viene allevato con forme in parete e si adatta alla potatura corta. Inoltre, germoglia tardivamente e ciò gli consente di sfuggire ai danni che le gelate primaverili possono arrecare alla vite; è anche, dato significativo, una varietà poco soggetta alla muffa grigia.
    Il vitigno a bacca nera più rilevante della zona è il Montepulciano, uno dei più importanti del centro Italia, da cui prende il nome il vino Montepulciano d’Abruzzo DOC e derivano anche il Rosso Conero e il Rosso Piceno. Il Montepulciano, assieme al Sangiovese, rappresenta al meglio la Tradizione “rossa” dell’Italia centrale. Dall’Abruzzo, sua regione d’elezione, si è “spinto” fino alle regioni limitrofe, Umbra e Puglia, e in particolare nelle Marche ha trovato numerose espressioni d’eccellenza.

    SPEDIZIONE E GARANZIE

    Spedizioni in 48/72 ore, gratuite in tutta Italia per ordini superiori a 49€.

    - 100% Made in Italy

    - Vino artigianale

    - Spedizione gratuita con soli 49€

    - Reso in 14 giorni

    - Pagamento sicuro al 100%